#002 // Jack Will – La fotografia

Claudia: Ciao Jack! Ma cos’è questa foto che hai sul profilo?
Antonio: Che cosa rappresenta la foto che hai pubblicato?

Sia nelle E-Mail che ricevo sia su Facebook, molti mi chiedono cosa è raffigurato nella fotografia che ho pubblicato nel racconto “001 – I will“.

jack0

Si tratta della ricostruzione di un oggetto proveniente dal mio tempo, precisamente un componente di un rivestimento protettivo paragonabile all’elmetto di un’armatura o ad un casco. La fotografia non rappresenta l’oggetto reale ma una ricostruzione che ho realizzato ma che risulta molto simile all’originale.

Nell’immagine sembra che sia di metallo ma in realtà è costituito da materiale organico prodotto in laboratorio, grazie agli enormi passi in avanti che l’ingegneria genetica compirà negli anni futuri.

La sua composizione lo rende molto leggero ma allo stesso tempo resistente e impenetrabile. Se una automobile viaggia a forte velocità diretta verso una parete, all’impatto l’auto si accartoccia causando la morte dei passeggeri. Pensate invece ad un insetto, un animale che può muoversi ad una velocità molto elevata in proporzione alle sue dimensioni: una mosca che sbatte contro una parete non muore, al massimo resta stordita dal colpo ma non subisce danni fisici.

Il suo esoscheletro avvolge e protegge le parti sensibili dell’organismo senza appesantirlo. Questo tipo di protezione non ha un’applicazione specifica ma viene utilizzata in vari ambiti: ha la caratteristica di essere elastica quando bisogna indossarla (la superficie interna è sensibile e meno resistente di quella esterna) e di aderire successivamente alla pelle, lasciandola traspirare e rendendo fluidi tutti i movimenti del corpo.

#001 // Jack Will – I will

Nel mio tempo, ogni essere umano è contrassegnato da un codice identificativo in aggiunta al suo nome comune. Voi potete chiamarmi Jack. Sono un crononauta, un viaggiatore nel tempo proveniente da…
Visualizza Post

Pesci bizzarri

Nell’oceano più profondo sul fondo del mare, i tuoi occhi mi hanno sconvolto, infranto il mio equilibrio. Perchè sarei dovuto restare qui? Perchè sarei dovuto restare? Sarei stato un pazzo…
Visualizza Post

Ecce homo

In me l’ateismo non é nè una conseguenza, nè tantomeno un fatto nuovo: esso esiste in me per istinto. Sono troppo curioso, troppo incredulo, troppo insolente, per accontentarmi di una…
Visualizza Post

Silenzio

Suoni che si perdono nell’etere, suoni che restano confinati su questo pianeta e si propagano e si dissolvono in quest’atmosfera.
Visualizza Post

Californication

Hank vi odia tutti. Durante il mio tragitto in questa vita schizofrenica ho imparato due o tre cose: Primo, l’imbarazzo di un risveglio è di gran lunga preferibile alla solitudine…
Visualizza Post

My name is Mr. MacPhisto

Guardate cosa mi avete fatto, mi avete reso molto famoso e vi ringrazio. So che volete che le vostre popstar siano eccitanti, per cui ho comprato… questi! (gli stivaletti dorati) Ora…
Visualizza Post

Sogno un mondo

Sogno un mondo dove i gatti rincorrono i cani, dove gli impiegati stipulano i mutui alle banche e quando le banche sono insolventi gli pignorano gli sportelli. Sogno un mondo dove i malati, quando si…
Visualizza Post